Automobilistico

Producete componente per il settore automobilistico? Con ARBURG sarete assolutamente in buone mani! I nostri esperti configurano le presse ad iniezione ALLROUNDER esattamente in base alle vostre esigenze. Per tali opzioni di applicazione, abbinamenti di processi e materiali non sussiste praticamente alcun limite.

Gestiamo tutti i tipi di procedimenti e abbinamenti di processi. Con le nostre soluzioni di stampaggio ad iniezione sarete in grado di produrre i vostri prodotti in base ai requisiti richiesti con una qualità a zero errori, quali, ad esempio, articoli ottici a LED precisi e sensori luce/pioggia, superficie pregiate per interni oppure appositi composti metallo/plastica resistenti alle sollecitazioni per il vano motore. A tale proposito il nostro gruppo di controllo SELOGICA funge da centrale di comando ed integra le più svariate periferiche.  

Highlights

  • Qualità a zero errori: unità di produzione completamente automatiche integrano fasi a monte oppure a valle
  • Know-how completo di ARBURG: implementabili tutti i procedimenti e abbinamenti di processi per il settore automobilistico, ad esempio, stampaggio ad iniezione multicomponente, sovrastampaggio in linea e tecnologia iniezione fluidi
  • Le nostre ALLROUNDER trasformano termoplastici, termoindurenti, elastomeri e silicone liquido in componenti automobilistici di alta qualità
  • SELOGICA: risparmio di tempo grazie a traslazioni sincronizzate di pressa e sistemi robot

Esempi pratici

Sensori
Il silicone liquido compensa le eventuali curvature: grazie ad un giunto in LSR è possibile unire in modo ottimale un sensore luce/pioggia ad un parabrezza auto. Una pressa multicomponente inietta silicone liquido a bassa viscosità (5 Shore A) su un telaio in PBT nel quale vengono inseriti i sensori.
al video

Alloggiamento

La produzione di un sensore urea viene gestita da un’unità di produzione complessa. La pressa ALLROUNDER 1200 T con tavola rotante consente l'inserimento o il prelievo simultaneo durante il processo di stampaggio ad iniezione. Un robot Scara prepara 14 pin in filigrana che vengono sovrastampati nello stampo.
al pezzo stampato

Interni/esterni
Con la tecnologia d’iniezione fluidi (GIT) è possibile produrre pezzi a parete spessa quali maniglie portiere auto. Nell’esempio sono stati prodotti un nucleo in PA 6 rinforzato e una superficie esterna in PA12 con un’alta qualità della superficie, ed il tutto con un peso notevolmente ridotto.

Vano motore
I componenti ibridi costituiti da un composto in metallo/plastica sono più leggeri rispetto all’acciaio e possono contenere elementi supplementari. Ad esempio, una sigillatura in silicone liquido. La produzione completamente automatica di un coperchio ibrido soddisfa i massimi requisiti in termini di qualità e produttività.

Elementi di illuminazione
Con il processo di iniettocompressione vengono prodotti pezzi ottici a parete spessa, quali ad esempio lenti a LED in PC per le luci diurne, abbaglianti e anabbaglianti del faro auto. In questo modo è possibile evitare in modo sicuro problemi di qualità quali avvallamenti oppure la rottura dell'estrattore.