Fakuma 2014: Tiriamo le somme

Grande soddisfazione per la fiera

27.10.2014
L’esperienza di ARBURG a Fakuma 2014 è stata molto soddisfacente. Durante la fiera, l’azienda tedesca ha esposto l’intera gamma di presse per la produzione additiva e lo stampaggio a iniezione, dimostrando ancora una volta la sua capacità di dettare nuove tendenze nel settore.

Riscontri positivi e clima favorevole alla fiera delle materie plastiche più grande d’Europa
“Per noi Fakuma è da sempre un’importante occasione dove parlare con gli esperti del settore, scambiare idee e fare buoni affari”, ha dichiarato Michael Hehl, direttore generale di ARBURG. “Con oltre 11 prodotti esposti nel nostro stand e altri 8 presso gli stand dei partner, abbiamo potuto mostrare ai visitatori numerose novità a livello tecnico, nonché processi all’avanguardia e applicazioni orientate al futuro”. I riscontri positivi e il clima favorevole in cui si è svolta la fiera lasciano prevedere un buon andamento negli anni a venire.

Forte interesse nei confronti della produzione additiva
Al centro dell’interesse dei visitatori vi era l’ARBURG freeforming di materie plastiche (AKF) mediante l’utilizzo del freeformer, le cui vendite sul mercato tedesco hanno preso il via proprio in occasione dell’apertura della fiera. Prendendo come esempio la produzione di una forbice per ufficio, ARBURG ha mostrato come sia possibile personalizzare in modo flessibile i prodotti in plastica grazie alla combinazione tra stampaggio a iniezione e produzione additiva secondo un approccio basato sul concetto di Industria 4.0.

L’importanza dell’efficienza di produzione
Con le sue applicazioni innovative e le soluzioni altamente tecnologiche in esposizione, ARBURG ha posto al centro dell’attenzione il tema dell’efficienza di produzione. A questo proposito, tra le anteprime presentate vi erano anche le innovazioni in mostra durante la fiera K 2013, tra cui l’unità di microiniezione e la realizzazione di strutture portanti con il freeformer. A suscitare l’interesse del pubblico hanno contribuito anche lo stampaggio diretto di fibre lunghe mediante un nuovo procedimento per strutture leggere e lo stampaggio a iniezione di particelle in schiuma espansa, due tecnologie con le quali è stato introdotto il tema dell’integrazione funzionale.
alla news "Fakuma 2014: I nostri modelli in esposizione"
alla news "Fakuma 2014: Le nostre impressioni"