Microruota contagocce

Più piccoli sono i pezzi e maggiore è la sfida

Con le presse standard ottimizzate di ARBURG è possibile produrre microcomponenti di altissima qualità, tra cui ruote contagocce dal peso di soli 0,004 grammi. Grazie a una speciale unità di microproduzione, ARBURG è in grado di offrire ai suoi clienti una soluzione efficiente per ottenere pesi della stampata nell'ordine di pochi milligrammi.

In presenza di unità di misura micrometriche, la precisione e il rispetto delle tolleranze sono ad esempio garantite dall'iniezione dinamica tramite una vite a posizione regolata. Per queste applicazioni viene utilizzata una pressa elettrica ALLROUNDER 270 A con unità di microiniezione di grandezza 5. La manipolazione dei pezzi è affidata a un sistema robot MULTILIFT H 3+1 con intervento orizzontale.

Highlights

  • Unità di microproduzione: ALLROUNDER 270 A elettrica con unità di microiniezione di grandezza 5, sistema robot MULTILIFT H 3+1 e modulo per camera bianca
  • Unità di microiniezione di grandezza 5: regolazione precisa di corse di traslazione brevi con un'elevata dinamica di riempimento
  • Lavorazione omogenea del granulato standard secondo il principio "first in, first out"
  • Vite a posizione regolata: iniezione dinamica e precisa per il rispetto delle tolleranze con unità di misura micrometriche

Dati principali

Microruota contagocce
Cavità: 4
Peso del pezzo: 0,004 g
Materiale: PBT
Tempo ciclo: 12 s

Tecnologia

Pressa
Mediante una ALLROUNDER 270 A elettrica con unità di microiniezione è possibile realizzare pezzi con un peso della stampata ridotto, come ad esempio una microruota contagocce di soli 0,39 grammi. Utilizzando la pressa in combinazione con un sistema robot MULTILIFT H 3+1 e un modulo per camera bianca, si ottiene una soluzione di sistema flessibile per la produzione riproducibile di microcomponenti.
alle presse ad iniezione elettriche

Sistema robot
Il sistema robot MULTILIFT H 3+1 esegue con facilità i processi di tipo "Pick-and-Place": il suo braccio principale, infatti, preleva i microcomponenti in filigrana e li deposita con cura all'interno di cavità separate. Il braccio secondario separa invece la materozza. Il carico utile è di 1-3 kg.
al sistema robot

Processo

Microstampaggio
L'unità di microiniezione combina una vite da 8 mm per lo stampaggio a iniezione con una seconda vite per la fusione del materiale. Si ottiene così un processo di plastificazione riproducibile in base al principio "first in, first out". I microcomponenti prodotti possono anche essere più piccoli del chicco di granulato con cui sono stati realizzati.
al processo

Settore

Stampaggio di particolari tecnici
Con lo stampaggio a iniezione di particolari tecnici è possibile produrre componenti ad alta precisione per le più svariate applicazioni e per numerosi settori, tra cui l'orologeria. Ma non solo: possono anche essere prodotte microruote contagocce con un peso di pochissimi milligrammi utilizzate nelle macchinette del caffè per la misurazione del flusso.
al settore