Presse ibride

Elettrica e idraulica efficientemente combinate

Le nostre presse per stampaggio a iniezione ibride della serie HIDRIVE abbinano rapidità e precisione elettriche alla potenza e dinamica idrauliche. Scoprite come le ALLROUNDER H ad es. sono in grado di produrre in modo efficiente pezzi in massa per il settore dell'imballaggio e l'industria automobilistica.

Grande anteprima mondiale

ALLROUNDER 1120 H
In occasione della fiera K 2016 faremo un passo verso il futuro e amplieremo la nostra gamma di prodotti: la macchina ibrida ALLROUNDER 1120 H, con una forza di chiusura pari a 6.500 kN, è la pressa per stampaggio a iniezione più grande attualmente disponibile, con un design rinnovato e una nuova unità di comando GESTICA.

Highlights

  • Potenziamento: gamma ALLROUNDER ora con una forza di chiusura fino a 6.500 kN
  • Alta prestazione: rapidità elettrica combinata a dinamica e forza idraulica
  • Visionari: la progettazione moderna semplifica l'esecuzione dei processi e l'allestimento della macchina
  • Innovativa: l'unità di comando "intelligente" GESTICA con schermo full HD ha un funzionamento semplice, rapido e sicuro

Sgabello

Componente di design in otto parti pronto all'uso
Al centro dell'innovativo impianto "chiavi in mano" c'è la nuova ALLROUNDER 1120 H ibrida con 6.500 kN di forza di chiusura. In un tempo ciclo di circa 60 secondi la pressa più grande del portafoglio ARBURG produce con uno stampo family gli otto pezzi singoli in PP che vengono assemblati in uno sgabello pieghevole pronto all'uso.

L'idea, il design e la realizzazione di questa applicazione sono a cura di ARBURG. La manipolazione viene gestita dal nuovo MULTILIFT V 40 in esecuzione a cantilever. Il sistema robot lineare con 40 chilogrammi di capacità di carico è coordinato in modo preciso con la nuova dimensione della pressa. Esso estrae gli otto pezzi singoli e li deposita sulla tavola rotante di una stazione di montaggio. Lì vengono premontate le due metà dello sgabello ripiegabile con le rispettive quattro parti e trasferite a un robot a sei assi tramite una stazione di ribaltamento. Il robot completa le gambe con otto piedini e assembla lo sgabello pronto all'uso del peso di 1.100 g circa.

Contenitori a parete sottile

Quattro articoli d’imballaggio e di confezionamento in soli 1,65 secondi
Tempi di iniezione e di ciclo brevissimi: la produzione di contenitori a parete sottile per il settore dell’imballaggio richiede prestazioni elevate dalle presse per lo stampaggio a iniezione. Per queste applicazioni ARBURG ha creato la sua ALLROUNDER in versione speciale Packaging (P).

Al centro dell'unità di produzione si trova una pressa ibrida ad alte prestazioni della serie HIDRIVE con forza di chiusura di 1.800 kN. La tecnica ad accumulatore idraulico e la vite a posizione/velocità regolata con valvola fermaflusso appositamente modificata rendono possibile lo stampaggio assolutamente riproducibile di quattro contenitori del peso di 3,55 g in soli 1,65 secondi. Assieme a una tecnologia stampo in grado di garantire cicli rapidi e all'automazione, ciò garantisce una soluzione "chiavi in mano" per una produzione estremamente efficiente.

Corpi bobina

Questo progetto "chiavi in mano" per la produzione di corpi bobina da utilizzare negli impianti frenanti delle automobili dimostra quanto possa essere efficiente la produzione in serie di particolari tecnici: ogni ora vengono prodotti circa 18.000 pezzi, riposti in appositi imballi pronti per la spedizione dopo la separazione dalle cavità.

Al centro dell'unità di produzione si trova una pressa ibrida ad alte prestazioni, che produce 32 corpi bobina in soli 6,5 secondi. I pezzi vengono quindi prelevati da un sistema robot a presa rapida durante il tempo di ciclo e riposti negli imballi mediante un apposito sistema di canalizzazione in seguito alla separazione dalle cavità. Gli imballi vengono riempiti con l'esatto numero di pezzi.

Tappi a vite

72 tappi in meno di 3 secondi
Gli stampi a cavità multiple, che producono grandi quantità di pezzi, nell’arco di pochi secondi, caratterizzano la produzione di tappi a vite. Per una produttività massima sono richieste soluzioni di sistema appositamente configurate in base alle esigenze dei clienti, come ad esempio, le presse ad alta prestazione ibride

La pressa ibrida ALLROUNDER 720 H della serie HIDRIVE abbina un gruppo di chiusura servoelettrico con un gruppo d’iniezione idraulico potente, una tecnologia con accumulatore idraulico ad efficienza energetica e un dosaggio servoelettrico. Grazie alla sua elevata prestazione produttiva e a tempi di ciclo brevi, è adatta alla produzione di articoli di packaging.
al pezzo stampato

Bag ARBURG

Plastica con un look borsa di carta
Rapida, produttiva e precisa: la cosiddetta bag ARBURG in PP è un esempio di un’applicazione tecnica complessa. Uno spessore parete di massimo 2 mm e la superficie irregolare con un look borsa di carta richiedono standard elevati in termini di tecnologia stampo.

In produzione viene usata una pressa ad alta prestazione ibrida ALLROUNDER 920 H con una forza di chiusura pari a 5.000 kN. La pressa ad iniezione grande ad efficienza energetica è ideale per ampie traslazioni di apertura e produce le bag ARBURG del peso di 560 grammi in un tempo di ciclo di 25 secondi. Lo stampo complesso è dotato di maschi riduttori e di tecnologia a cursore centrale specifica.

Contenitore prodotto con IML

In-Mould-Labelling (IML)
Per la produzione di contenitori a parete sottile con inserti, ARBURG offre soluzioni “chiavi in mano” complete. Con il processo IML è possibile ad esempio produrre rispettivamente due contenitori da 1 l con etichette e manico in un tempo di ciclo di solo 4,85 s. La portata del materiale è all’incirca di 50 kg/h.

I contenitori vengono stampati su una ALLROUNDER 720 H ad efficienza energetica con una forza di chiusura pari a 3.200 kN. Una pressa ad iniezione ibrida è dotata di uno speciale allestimento per il packaging: una vite della lunghezza di 70 mm garantisce un'elevata plastificazione e tempi di ciclo brevi. In questo caso viene usata una piastra mobile rinforzata e la corrispondente interfaccia per il funzionamento di un impianto IML.