Eugen Hehl insignito per l'operato di tutta la sua vita

Medaglia d'onore del VDI al titolare senior di ARBURG

13.02.2020
Il socio ARBURG Eugen Hehl è stato premiato l'11 febbraio 2020 a Baden-Baden per l'operato straordinario di tutta la sua vita con la medaglia d'onore Richard Vieweg dall'Associazione degli ingegneri tedeschi (VDI). In rappresentanza di suo padre, la socia amministratrice di ARBURG Juliane Hehl ha ricevuto il massimo riconoscimento del settore specialistico del VDI di tecnica dei materiali plastici.

Medaglia d'onore per l'operato di una vita
I motivi per il conferimento della medaglia d'onore Richard Vieweg sono stati riassunti dall'Ing. Kurt Gebert, presidente del settore specialistico del VDI di tecnica dei materiali plastici: "Eugen Hehl ha dato impulso allo sviluppo della tecnica di stampaggio a iniezione con grande impegno, promuovendo al contempo anche nuove tecnologie al di fuori del suo settore. Ha inviato numerosi suoi collaboratori nelle commissioni del settore specialistico del VDI di tecnica dei materiali plastici, permettendo che il loro know-how di esperti confluisse nel lavoro tecnico-scientifico collettivo del VDI".

Lode: collaboratore Herbert Kraibühler
Il discorso elogiativo è stato tenuto dall'Ing. Herbert Kraibühler, ex direttore tecnico di ARBURG. "Il premiato Eugen Hehl è un imprenditore purosangue che, con la sua attività negli ultimi 60 anni e oltre, ha raggiunto risultati straordinari a vantaggio di tutta l'industria della plastica nella costruzione di macchinari, nell'impiego e nell'applicazione della materia plastica, nella formazione e nell'uso consapevole delle risorse ambientali", ha sottolineato Kraibühler. "È stato davvero un ambasciatore internazionale dell'ingegneria meccanica e dell'impiantistica tedesca, contribuendo in modo decisivo a plasmare il nostro settore. Per tutto questo lo ringraziamo sentitamente"!

Juliane Hehl prende in consegna la medaglia d'onore
Kurt Gebert ha consegnato la medaglia d'onore Richard Vieweg a Juliane Hehl. La stessa ha porto i saluti di Eugen Hehl ringraziando a suo nome per l'onorificenza e il discorso elogiativo commovente e accurato. "Nella sua vita non ha mai inseguito premi o riconoscimenti, ma è sempre stato fedele al principio che fosse più importante essere che apparire", ha commentato Juliane Hehl. Tuttavia, è felice di ricevere la medaglia d'onore Richard Vieweg, come riconoscimento del suo operato che è riuscito a realizzare solo grazie al supporto di numerose persone che hanno percorso con lui la strada del successo.